GESTIRE LA PAGINA FACEBOOK AZIENDALE

DYNAMICS WEB, agenzia di comunicazione e marketing a Milano, si occupa di una serie di servizi che riguardano l’universo Web e, tra questi, molti interessano i social media, in particolare Facebook che ne rappresenta il “leader”.

Gestione pagine Facebook: come lavoriamo

All’interno della proposta relativa alla pubblicità su Facebook, Dynamics Web si propone anche di gestire la pagina Facebook aziendale dei propri clienti e lo fa al meglio grazie agli esperti presenti nel proprio team.

La gestione delle pagine Facebook non è un gioco: creare una pagina Facebook di successo è infatti un vero e proprio lavoro che necessita di conoscenze, competenze e capacità, sia in termini di marketing che di comunicazione, oltre che dal punto di vista grafico (almeno un po’) e della lingua italiana.

Gestione pagine Facebook: perché rivolgersi ad un’agenzia

Rivolgersi ad un’agenzia di comunicazione e marketing per gestire la propria pagina Facebook aziendale è sicuramente una scelta saggia: affidarsi a professionisti del settore, infatti, garantisce di ottenere risultati tangibili.

Una buona agenzia di comunicazione e marketing – come a Milano la DYNAMICS WEB – include tutto ciò che serve per creare una pagina Facebook di successo: qualità, professionalità ed affidabilità, i nostri punti forti.

Gestire la pagina Facebook aziendale è parte di una strategia complessiva, ossia quella di social media marketing, il cui scopo è di incrementare il business online. Per questo motivo, il fai-da-te certo non può essere l’approccio più corretto per un’azienda seria e che punti ad essere competitiva, per almeno due buone ragioni:

1. La gestione delle pagine Facebook

richiede innanzitutto tempo. Nonostante possa sembrare una questione di poco conto, per svolgere un lavoro come si deve l’investimento in tal senso è tutt’altro che indifferente: la ricerca di notizie, aggiornamenti, immagini per i post, oltre alla redazione di un piano editoriale per la creazione e pubblicazione dei contenuti, sono attività impegnative ed essenziali per gestire la pagina Facebook aziendale al meglio.

2. Lo scopo di creare una pagina Facebook di successo

è vendere i prodotti o servizi della propria azienda. Per aumentare la possibilità che ciò avvenga, un’attività fondamentale è quella di integrare delle campagne per pubblicizzare la pagina Facebook, avvalendosi di Facebook Advertising (o Facebook Ads).
L’agenzia di comunicazione e marketing di Milano DYNAMICS WEB dispone degli strumenti necessari e di un team esperto per offrire questo servizio.

Creare una pagina Facebook di successo: struttura e modelli

L’importanza di avere una pagina su Facebook è essenziale per fare social media marketing. Tuttavia, non basta la semplice creazione ma è necessario gestire la pagina Facebook aziendale al meglio per ottenere visibilità e creare seguito, di conseguenza, anche al proprio sito web, incrementando il proprio business online.

Il primo passo per la gestione ottimale delle pagine Facebook è capire qual è il modello corretto, da selezionare tra i molti proposti dalla piattaforma, per creare una pagina Facebook di successo dal punto di vista sociale, e quindi iniziare a “conversare” con gli utenti che la seguono (i cosiddetti followers).

Una pagina Facebook commerciale dev’essere in grado di attirare gli utenti che vengono invitati a diventare followers o quelli che, a seguito di post condivisi da amici, la vedono comparire sulla propria bacheca: l’obiettivo rimane quello di spingere ad entrare sulla pagina e cliccare “mi piace”, per poi interagire con essa (quindi realizzare un’utenza “attiva”).

Nel 2016, Facebook ha integrato nuove funzioni per dare la possibilità di attuare un restyling della pagina. In questo senso, accedendo al Business Manager, alla sezione “Modifica pagina” si possono ora creare delle tab personalizzate, da utilizzare come landing page (pagine di atterraggio) per i nuovi visitatori.

Questi modelli sono studiati per aumentare l’efficacia della pagina ed includono una serie di combinazioni predefinite di vari elementi: pulsante principale (quindi l’invito all’azione), pulsanti presenti nella barra degli strumenti e tab, in ogni caso modificabili singolarmente.

I modelli attualmente disponibili per la gestione delle pagine Facebook ottimale sono i seguenti:

STANDARD: è quello base, definito a priori quando si crea una nuova pagina Facebook

AZIENDA: ideale per gestire una pagina Facebook aziendale: offre la possibilità di pubblicare le offerte di lavoro e le offerte speciali;

LOCALI: consente di mettere in evidenza determinate informazioni utili per questo settore, come orari del locale, posizione ed eventi in programma

ORGANIZZAZIONE NO PROFIT: modello progettato per creare una pagina Facebook di successo in ambito no profit

POLITICI: realizzato per la gestione delle pagine a tema politico, supportando il raggiungimento dei sostenitori e comunicando il messaggio desiderato;

SERVIZI: modello creato per aiutare le persone a scoprire i servizi della pagina ed entrare in contatto con il suo autore;

RISTORANTI E BAR: mette in evidenza le foto e informazioni su menù, orari e posizione, consentendo alla pagina Facebook di avere una marcia in più;

SHOPPING: modello pensato per la gestione delle pagine Facebook in cui è necessario mostrare i prodotti e facilitare lo shopping online per gli utenti che vi approdano;

CREATORE DEL VIDEO: progettato per mostrare i creatori del video, il cui obiettivo è creare un pubblico su Facebook.

In ogni caso, ciò che conta e consente di fare realmente la differenza sono i contenuti e la strategia di marketing adottata, ma scegliere ed integrare il modello più adatto risulta sicuramente un contributo interessante.

buyer persona

Gestire una pagina Facebook aziendale: l’aumento del numero di fan

L’aumento del numero di fan è, naturalmente, l’obiettivo primo di ogni pagina Facebook: incrementare i followers totali consente infatti di ottenere visibilità, o almeno questo è ciò che dovrebbe avvenire.

In realtà, è importante che i fan siano interessati all’argomento della pagina, quindi non solo un tipo di utenza passiva che, una volta cliccato sul “like”, non guarda più la pagina e, di conseguenza, non interagisce in alcun modo con essa.

I followers di una pagina Facebook devono essere selezionati: in affiancamento ad attività quali l’invito di amici potenzialmente interessati (ed eventualmente la richiesta di pubblicità ad altri amministratori di pagine), risulta estremamente utile pubblicizzare la pagina Facebook tramite i Facebook Ads, in grado di profilare gli annunci all’utenza rispetto a fattori quali l’età, il sesso, la posizione e, soprattutto, gli interessi.

Importante: è consigliabile restringere la base di utenti cui mostrare l’annuncio, per evitare di spender soldi inutilmente.

In tutti i casi, alla base sicuramente dev’esserci la volontà di gestire la pagina Facebook aziendale, seguendola costantemente, pubblicando contenuti interessanti ed informativi, ecc.

Se all’interno della pagina non vi è nulla di stimolante, sicuramente la pubblicità su Facebook non porterà i risultati sperati.

Noi di Dynamics Web, agenzia di comunicazione e marketing a Milano, siamo a disposizione anche per pubblicizzare la pagina Facebook aziendale. Per qualunque informazione, non esitare a contattarci.

Gestire una pagina Facebook aziendale: le interazioni sulla pagina

È d’obbligo una premessa: su Facebook, sempre più utenti si iscrivono a sempre più pagine.

Il primo pensiero è che sia una cosa positiva, in realtà è tutto il contrario.

Il fatto che sempre più persone si iscrivano e che ogni giorno venga creata una nuova pagina Facebook, fa sì che l’utente medio sia costantemente bombardato da una quantità industriale di aggiornamenti di gruppi, pagine e status degli amici.

La tendenza è quindi di ignorare direttamente molti di essi o, semplicemente, non riuscire a coglierli all’interno della mischia.

Come regolarsi, sulla base di tutto questo?

A causa dell’overload informativo, il consiglio di DYNAMICS WEB, in qualità di agenzia di comunicazione e marketing di Milano, è quello di gestire la pagina Facebook aziendale evitando di postare troppi aggiornamenti, soprattutto se vi sono pochi followers.

Naturalmente, per la gestione delle pagine Facebook è fondamentale pubblicare, quindi evitare anche l’opposto, ossia di lasciar passare troppo tempo.

In linea generale, per una pagina Facebook aziendale media è consigliabile mantenere uno standard di almeno 2 post settimanali e non più di 4.

Riguardo a quando pubblicare, i pareri sono molto diversi e, a nostro avviso, molto dipende dal contenuto del post (ad esempio, se si tratta di un aggiornamento, non è consigliabile pubblicarlo di lunedì, essendo l’inizio settimana un momento in cui pochi vogliono concentrarsi, per cui l’interesse è basso).

Gestione pagine Facebook e pubblicità: come pagare Facebook Ads

Come anticipato, lo strumento della pubblicità su Facebook rappresenta un canale preferenziale per aumentare il numero di follower della propria pagina. Nel gestire una pagina Facebook aziendale risulta quindi di fondamentale importanza per ottenere i risultati sperati.

Grazie a Facebook Ads è possibile raggiungere nicchie di utenza altrimenti inarrivabili (qualunque altro mezzo pubblicitario risulterebbe, quindi, inefficace) e che rispecchiano alla perfezione l’utente tipo che voi stessi avete definito. Solo lui e nessun altro.

Ma in che modo si paga Facebook Ads?

Il budget da destinare alle sponsorizzazioni su Facebook può innanzitutto essere di due tipi:

  • BUDGET TOTALE: si definisce a priori quanti soldi destinare, in totale, alla sponsorizzazione.

In questo caso, è necessario impostare una data di inizio e una di fine della promozione e si ha la possibilità di selezionare le fasce orarie in cui proporre il post all’utenza selezionata;

  • BUDGET GIORNALIERO: si stabilisce l’importo di cui Facebook, ogni giorno, potrà disporre per proporre i contenuti sponsorizzati.

Premettendo che Facebook non obbliga nessuno a fare campagne sponsorizzate – nonostante lo consigli in ogni modo -, quando si decida di avvalersi di Facebook Ads l’investimento di budget giornaliero dev’essere di minimo 1,00 €.

In questo senso, è possibile scegliere tra due soluzioni:

  • CPM (Costo Per Mille) – Visualizzazione: si tratta del costo per mille impressioni, per cui si paga sia che l’annuncio venga cliccato, sia che venga semplicemente visualizzato
  • CPC (Costo Per Clic): a differenza del precedente, l’addebito scatta quando qualcuno clicca sull’annuncio che, in tal caso, viene visualizzato per le persone che hanno più probabilità di cliccare.

Per concludere, ribadiamo che il maggior vantaggio nel pubblicizzare una pagina su Facebook è quello di sapere che il budget è stato investito per contattare veri, nuovi potenziali clienti e non chiunque.

Leggi anche: Facebook aziendale: quanto costa? Le fatture di Fb Ads