Black Hat SEO il lato oscuro dell’ottimizzazione

Negative SEO: quando la concorrenza si fa sleale

La SEO è l’insieme di pratiche che serve a far salire un sito web nei risultati dei motori di ricerca. La negative SEO, invece, è una forma di ottimizzazione SEO in negativo, che serve a far scendere un sito.

Che senso ha? Chi mai sarebbe così stupido da far scendere il proprio sito nelle SERP? Nessuno. La SEO negativa è una forma di concorrenza sleale, da usare contro i competitor. Vediamo insieme come capire se qualcuno la sta usando contro di te e come rispondere.

Black Hat SEO: il lato oscuro dell’ottimizzazione

L’attività di SEO richiede un lavoro lungo e lento. Prima di vedere dei risultati concreti, possono passare mesi. Anni, se il settore è competitivo. C’è poco da stupirsi, quindi, che qualcuno cerchi dei metodi veloci per scalare le SERP, di solito sfruttando qualche falla dei motori di ricerca. L’insieme di questi trucchetti viene detto Black Hat SEO.

I risultati ottenuti con la Black Hat SEO hanno vita breve. Non appena i motori di ricerca correggono le falle, i siti in questione crollano nelle SERP e subiscono una penalizzazione. Nei casi migliori, si limitano a finire in seconda o terza pagina. Nel casi peggiori, vengono deindicizzati e spariscono dai risultati di ricerca.

Nessun freelance o agenzia di consulenza marketing seria suggerirebbe tecniche di Black Hat SEO a un cliente. Esistono però personaggi dalla dubbia professionalità che usano queste tecniche sul sito di un competitor. I motori di ricerca non sanno che in realtà le azioni scorrette sono compiute da altri e penalizzano il sito.

Le attività di SEO negativo più comuni

 

Le attività di SEO negativo più comuni

Ci sono delle strategie di negative SEO comuni, che stanno però perdendo efficacia.

  • Creare link provenienti da siti di bassa qualità;
  • Copiare e incollare i contenuti del sito competitor più volte, così da creare contenuti duplicati;
  • Creare link contenenti spam che puntano verso il sito competitor.

Ricevere migliaia di link spazzatura non è piacevole e prima di Panda avrebbe causato la penalizzazione del sito. Da gennaio 2018, Google ha aggiornato l’algoritmo e ha preso provvedimenti contro questi comportamenti. La negative SEO rimane però un problema.

Più i motori di ricerca si evolvono, più le attività di SEO negativo si fanno raffinate. Il nuovo obiettivo dei Black Hat è erodere l’esperienza utente del sito percepita dai motori di ricerca. A questo scopo inviano un’enorme mole di traffico falso sul sito. I falsi visitatori escono dopo pochi secondi, senza navigare tra le altre pagine. La frequenza di rimbalzo aumenta. Agli occhi dei motori di ricerca, questo è un chiaro segno che i contenuti dentro il sito non sono buoni. Di conseguenza, ne abbassano il posizionamento.

Spesso chi possiede il sito si rende conto di cosa sta succedendo quando è già troppo tardi. Parte della colpa è delle oscillazioni naturali nelle SERP, legate a cambiamenti nell’algoritmo o a errori temporanei. È facile scambiare un attacco in piena regola per un calo momentaneo. Come distinguere le due situazioni e prendere provvedimenti quanto prima?

Individuare i Black Hat con l’analisi SEO del sito web

Se il tuo sito web mostra un improvviso calo nelle SERP, devi cercare questi elementi:

  • Aumento esponenziale dei link in entrata;
  • Collegamenti provenienti da siti stranieri appartenenti a settori diversi dal tuo;
  • Collegamenti pieni di parole chiave e provenienti da blog non collegati a quello che vendi.

Un numero minimo di link scollegati dalla tua attività è fisiologico. Un loro aumento esponenziale è però un chiaro campanello d’allarme. Tieni quindi d’occhio Google Search Console e controlla se ci sono anomalie nel profilo dei backlink.

Meglio ancora, affida l’analisi SEO del sito web a un’agenzia di consulenza marketing specializzata in ottimizzazione per i motori di ricerca. In questo modo ti interfaccerai con esperti del settore, che useranno i migliori strumenti a pagamento per tenere d’occhio lo stato di salute del tuo sito. Ti aiuteranno inoltre a prenderti cura della tua web reputation, così da prevenire problemi del genere.

Il valore della reputazione online

 

Il valore della reputazione online

Un’agenzia di consulenza marketing può aiutarti sia a rispondere agli attacchi sia a prevenirli. Una buona reputazione online è lo strumento migliore che hai in tal senso. Una volta che un sito è abbastanza grande e autorevole, nessuna tecnica di negative SEO può abbatterlo. Pensa a Wikipedia, ad esempio.

Per migliorare la tua brand reputation, hai bisogno di un’agenzia che curi la gestione dell’attività su Google e che si occupi di gestire la pagina Facebook aziendale. Una strategia del genere richiede tempo, ma paga sul lungo periodo. Man mano che gli utenti iniziano a darti fiducia, aumentano anche le visite al tuo sito, i link genuini e i rapporti con la community. Tutto questo migliora la tua reputazione online e svaluta eventuali attacchi esterni.

Un buon lavoro di brand reputation parte da una buona strategia SEO e da una buona presenza sui social. Devi scegliere i social network più adatti alla tua attività e aggiornarli con costanza. Facebook è quasi d’obbligo, ma possono esserti di aiuto anche LinkedIn, YouTube, Instagram. Devi aggiornare i tuoi profili con costanza ed essere presente in maniera attiva. Devi comunicare all’interno dei gruppi, proporre contenuti di qualità e interessanti. Per quanto tutto questo sia faticoso, permette di ottenere risultati concreti e soddisfacenti.

Dynamics Web: la tua agenzia SEO a Milano

Ti stai chiedendo come puoi fare tutte queste cose da solo e mandare avanti un’azienda? È quasi impossibile, infatti. Ecco perché hai bisogno di un’agenzia SEO di Milano seria e affidabile, che si prenda cura della tua presenza online.

Dynamics Web è un’agenzia di consulenza di marketing, che offre una vasta gamma di servizi legati alla web reputation. Elaboriamo strategie SEO, sviluppiamo siti web ottimizzati per i motori di ricerca e seguiamo la pubblicità su Facebook.

Per ulteriori informazioni sui nostri servizi, contattaci o scrivici.