SEO COPYWRITING

“Content is the King!”
(“Il contenuto è Re”)
Potrà sembrare una frase banale, ma questa citazione by papà Bill Gates, datata nel lontano 1996, è ancora molto attuale.

L’utente è sempre al centro della SEO. Deve esserlo.
Per questo motivo, l’attività di SEO copywriting è una base fondamentale per l’insieme del lavoro di SEO PER IL TUO SITO.

Cos’è la SEO copywriting?

L’attività di SEO copywriting si configura come il collegamento diretto tra il sito (o il blog) e l’utente.
È la corretta modalità di gestione dei contenuti sul Web, quella che si pone l’obiettivo di posizionare al meglio un sito su Google, o in generale sui motori di ricerca, puntando a posizionare in prima pagina l’elemento in questione.

seo copywriting

Il lavoro del SEO copywriter

Partendo, allora, dalla premessa che l’utente debba essere sempre il punto di riferimento per un buon SEO copywriter, il lavoro dovrà necessariamente strutturarsi in un certo modo: preciso e attento a rispettare, da un lato, il volere del SEO specialist (che dà indicazioni in merito ai parametri più “tecnici”); dall’altro, la qualità semantica dei contenuti prodotti, per ottimizzare la user experience di chi approderà sul sito e si troverà a leggerne i testi.

Nella pratica, noi di DYNAMICS WEB, in qualità di agenzia SEO a Milano, operiamo sul fronte del SEO copywriting seguendo precisi obiettivi, alla cui base dominano le keywords seguite dalla corretta strutturazione dei testi, entrambe azioni fondamentali per raggiungere i primi posti sui motori di ricerca.

1. Le Keywords per il SEO copywriting

Le keywords (letteralmente “parole chiave”) sono il fondamento del lavoro del SEO copywriter.

I testi realizzati devono contenere un numero consistente di queste parole relative, naturalmente, all’argomento d’interesse del sito di riferimento.
Sulla base delle keywords, si lavora per ottimizzare il testo affinché queste azioni portino il contenuto a comparire tra i primi posti dei risultati sui motori di ricerca.

Inizialmente, le parole chiave vengono fornite dal cliente.
Procediamo quindi all’analisi e allo studio delle stesse per capirne la reale validità, anche rispetto alla concorrenza e ai trend di ricerca relativi all’argomento.

Parallelamente a queste azioni, comunque, deve rimanere sempre costante l’attenzione alla qualità dei contenuti, per cui è importante calibrare la quantità di parole chiave inserite e, allo stesso tempo, la modalità di inserimento: l’utente deve interessarsi al contenuto, deve poter leggere senza essere infastidito da eccessive ripetizioni e, cosa ancor più importante, deve trovare l’informazione corretta, chiara e coerente con quanto aveva cercato.

N.B. La nostra agenzia SEO di Milano è costantemente impegnata ad evitare il keyword stuffing, ossia l’imbottitura forzata di parole chiave nei testi che, oltre a far perdere qualità al contenuto, è una pratica soggetta a penalizzazioni da parte di Google (che tramite un algoritmo in particolare, chiamato Panda, effettua controlli periodici per assicurarsi che i contenuti dei siti presenti sul Web non siano di bassa qualità).

2. La struttura del testo per il SEO copywriting

Non solo keywords e non solo scrittura dei testi.

Al SEO copywriter è richiesto anche un lavoro di compilazione, riferito alla corretta strutturazione del testo stesso, in particolare rispetto alle cosiddette meta tag.

Si tratta dei metadati presenti nel codice HTML alla base del sito, come ad esempio il titolo, i paragrafi, la descrizione, le immagini e così via.
Tutte queste indicazioni devono essere presentate e inserite nella maniera corretta, affinché si possa procedere ad indicizzare il sito su Google e sugli altri motori di ricerca nella maniera più corretta e funzionale, per arrivare allo step finale posizionare il sito su Google in maniera ottimale.

SEO copywriting e buyer persona

Troviamo doveroso dedicare una parentesi specifica a quest’argomento: il buyer persona.

buyer persona

Al fine di posizionare un sito su Google, il SEO copywriter non può tuttavia pensare di redigere i propri testi in maniera generalizzata.

Come anticipato, il lavoro di ottimizzazione per i motori di ricerca va condotto con attenzione e anche un pizzico di umiltà, puntando ad un target specifico in relazione all’obiettivo di posizionare quel determinato sito su Google. Quello, non altri.

Parliamo di umiltà perché la tendenza è quella di cadere nel baratro della presunzione, volendo dimostrare di poter attrarre, scrivendo in un certo modo, qualunque tipologia di utente.

Ecco, allora, che entra in gioco il concetto di buyer persona, utile per posizionare un sito su Google:
il buyer persona è una figura immaginaria che nasce allo scopo di individuare con chiarezza quale sia il target specifico cui è destinato il lavoro di SEO sul sito (o blog).
Più in dettaglio, questo archetipo punta ad individuare le caratteristiche principali dell’utente (o degli utenti) ideale.

Una volta definito il buyer persona, si può pensare quali siano le migliori tematiche da trattare e come, lo stile di scrittura ecc.

Con questa breve spiegazione speriamo di avervi chiarito un po’ il nostro lavoro di SEO copywriting.

È importante, per noi di DYNAMICS WEB, che i nostri clienti comprendano almeno in parte ciò che facciamo. Naturalmente, non pretendiamo né è nostra intenzione spiegarvi tutto…Giusto le dinamiche fondamentali (ad ognuno il suo lavoro!).

Semplicemente, la nostra agenzia SEO di Milano s’impegna per coinvolgere ogni cliente, per realizzare insieme gli obiettivi prefissati, interagendo e rendendosi disponibile a portare avanti un percorso comune, studiato su misura nei singoli dettagli per garantire il massimo del risultato.

Non temere, contatta DYNAMICS WEB e raccontaci la tua situazione. Valuteremo insieme come è più opportuno agire e quali soluzioni è possibile scegliere.

Se preferisci, puoi anche scriverci direttamente sul form inserito qui sul sito.