Come si calcola il ROI nei social media

Come si calcola il ROI nei social media

Cosa caratterizza le campagne social di successo? Il numero di “mi piace”? Le condivisioni ottenute? Le visite sul sito aziendale? Sono tutti risultati con un loro valore, ma sarebbe sbagliato considerarli l’obiettivo ultimo di una strategia social. Come tutto ciò che riguarda il web, anche le azioni sui social media servono a creare un ritorno degli investimenti per l’azienda. In marketing si parla di ROI, dall’inglese Return On Investment.

Le campagne social di successo fanno guadagnare qualcosa a chi le porta avanti. Aiutano ad aumentare la consapevolezza del brand, ad ottenere nuovi clienti o a vendere più prodotti. Come si fa però a calcolare il ROI in qualcosa di così volubile come la presenza sui social?

Campagne social di successo?

Secondo una ricerca di Altimeter, solo il 34% delle aziende considera i social media utili. Le altre non riconoscono alcun contributo reale alla presenza su Facebook o su altri social. A priori, è difficile comprendere quanto sia colpa di una percezione errata e quanto di una cattiva presenza sui social di queste aziende.

Dimostrare l’impatto di una strategia di Social Media Marketing sui guadagni di un’azienda è complesso. Ecco perché il ROI è uno degli elementi più critici per chi lavora con sui social network. Da una parte l’imprenditore vuole – giustamente – un ritorno degli investimenti fatti che vada oltre l’aver ottenuto tot “mi piace”. Dall’altra, come si fa a dimostrare che una vendita dipende dalle condivisioni ottenute con la campagna Facebook di due mesi fa?

Nei casi più semplici, è possibile riconoscere le campagne Facebook di successo tracciando le entrate dell’azienda. Basta applicare questa formula:

“profitto / investimento complessivo x 100”

Il risultato è il ROI: più è alto, maggiore è il successo dell’investimento. La formula è applicabile nei casi di campagne di conversione, magari in occasione di offerte speciali. In questi casi, inviti gli utenti a comprare un prodotto o prenotare un servizio. Se la campagna ha successo, puoi misurare un aumento tangibile dei guadagni. Tuttavia, il più delle volte l’azione dei social è meno elementare.

Social media e Brand Awareness

Il costo di una campagna Facebook varia in base all’obiettivo, al target, al budget stabilito dall’azienda. Poche aziende possono misurare in modo preciso l’entità degli introiti ottenuti da questo investimento, però. Il motivo? Di rado il valore generato dalla comunicazione sui social è misurabile in termini di profitto. La Brand Awareness ne è un esempio.

La Brand Awareness è la consapevolezza di marca, ovvero quanto un brand è riconoscibile. Più persone a target conoscono la tua azienda e l’apprezzano, più possibilità ci sono che le vendite aumentino. Una strategia di Social Media Marketing può quindi mirare ad aumentare questa consapevolezza. Sulle prime non ti farà guadagnare niente, avrai solo costi. Se la campagna è ben fatta, con il tempo ti metterà in contatto con tanti possibili clienti e questo inciderà sui guadagni.

Come riconoscere le campagne Facebook di successo, in questi casi? Le campagne volte alla Brand Awareness mirano a raggiungere il numero più alto possibile di persone a target. Metriche come engagement, reach dei contenuti, follower e “mi piace” sono quindi importanti. Ciononostante, non importa solo avere grossi numeri. Importa che questi numeri provengano da persone davvero interessate a quello che offri loro.

Un’agenzia di consulenza marketing seria parte sempre dall’analisi dei tuoi obiettivi e del tuo target. In questo modo crea campagne che stuzzichino le persone che contano davvero per te. Altrimenti, il rischio è spendere tanti soldi per sparare nel mucchio e non ottenere niente. Né oggi né domani.

Come realizzare campagne Facebook di successo

Per realizzare campagne Facebook di successo devi fissare degli obiettivi concreti. Possono essere conversioni, aumento dei follower, raccolta di nuovi indirizzi e-mail. Dipende dalla tua strategia di marketing. L’importante è che i tuoi obiettivi siano SMART:

  • Specifici (Specific)
  • Misurabili (Measurable)
  • Assegnabili a una persona o a un team (Assignable)
  • Realistici (Realistic)
  • Con un inizio e una fine (Time-Related)

In base agli obiettivi, puoi determinare anche le metriche di riferimento per la misurazione. Se miri ad aumentare le vendite offrendo un buono sconto con scadenza prossima è facile. Altrimenti, puoi basarti sull’aumento di visite sul sito o di iscrizioni alla newsletter. Gli obiettivi servono anche a determinare il costo della campagna su Facebook o su altri social.

Il contenuto della tua campagna dipende dagli obiettivi e dal target che vuoi raggiungere. Non puoi piacere a tutti, quindi devi offrire qualcosa pensato specificatamente per chi ti interessa.

Se vendi kit per preparare birra artigianale, ad esempio, potresti promuovere un ebook gratis con le ricette di 100 birre da preparare a casa. Lo stesso ebook sarebbe inutile – se non dannoso – per un’azienda che vende birre industriali. I due target sono diversi, gli obiettivi sono diversi, i contenuti devono essere altrettanto diversi.

Dynamics Web: aumenta il ROI con i corso di Social Media Marketing a Milano

Dynamics Web ti propone un corso di Social Media Marketing a Milano rivolto ad aziende e professionisti del web. Il corso si concentra sul Facebook Marketing e sul Facebook Advertising. Ti insegnerà come realizzare campagne Facebook di successo, che ti permettano di raggiungere obiettivi concreti.

Se vuoi saperne di più, contattaci.